VALORI OMI I SEMESTRE 2021: guida alla consultazione

Sempre più spesso, chi si accinge a mettere la propria casa in vendita, cerca di definire il valore dell'immobile, prendendo in esame le quotazioni OMI (Osservatorio del Mercato Immobiliare) e ritenendo questi dati più che sufficienti per determinare il giusto prezzo.

Sul sito dell'Agenzia delle Entrate sono stati appena pubblicati i valori per il primo semestre 2021 ed è interessante la lettura di questo articolo in quanto spiega, non solo come vengono elaborati questi dati, ma anche l'attendibilità degli stessi.

Prima di tutto viene specificato che questi dati, divisi per macrozona e consultabili applicando diverse tipologie di filtri, vengono estrapolati dalle compravendite effettuate nel periodo di riferimento e sulla base di elementi standard per la zona in oggetto, definendo un valore minimo e un valore massimo per unità immobiliari ordinarie.
I valori minimi e massimi rappresentano l'ordinarietà e, pertanto, non sono incluse nell’intervallo le quotazioni riferite ad immobili di particolare pregio o degrado o che comunque presentano caratteristiche non ordinarie per la tipologia edilizia della zona di appartenenza.

In ultimo, aspetto molto importante per chi vuole fare una valutazione del proprio immobile sostituendosi ad un professionista, viene specificato che, come afferma la stessa Agenzia delle Entrate, l'utilizzo delle quotazioni OMI nell'ambito del processo estimale non può che condurre ad indicazioni di valori di larga massima. Pertanto, la stima effettuata da un tecnico professionista rappresenta l'unico elaborato in grado di rappresentare e descrivere in maniera esaustiva e con piena efficacia l'immobile e di motivare il valore da attribuirgli.

Una recente ordinanza della Cassazione (4141 del 17 febbraio 2021) ha stabilito, infatti, che le sole quotazioni OMI non sono sufficienti a determinare il valore di un immobile, l'impiego di professionisti addetti nonché la comparazione col mercato locale possono deteminare una variazione di valore più che leggittima.

La lettura di questo articolo risulterà molto interessante per tutti coloro che ritengono che i valori di mercato siano dettati dall'OMI non tenendo in considerazione che, per la sua effettiva concezione, è esattamente il contrario: le quotazioni OMI sono una risultanza dell'evoluzione del mercato.

Condividi

Carrello