MERCATO IMMOBILIARE: i dati del II trimestre 2021

Nonostante l'emergenza SARS-Covid 19 ancora in corso, il mercato immobiliare sembra non subire danni.
Purtroppo l'emergenza sanitaria ha fortemente colpito alcune categorie di lavoratori, di contro molte altre, quelle che principalmente muovono il mercato, sembrano non aver subito battute di arresto: anzi, i dati dicono esattamente il contrario.

Il secondo trimenstre del 2021 si chiude in positivo e fa registrare un notevole incremento dei volumi di compravendita, +73,4% il numero delle transazioni concluse per gli immobili ad uso residenziale, 85.000 in più rispetto allo stesso periodo del 2020.
E' vero, come attesta l'OMI, che lo stesso periodo del 2020 è stato caratterizzato da ben 2 mesi di lockdown.

La tendenza media, come detto, è in netto rialzo, il maggior incremento si registra nei comuni capolouogo delle isole dove il volume delle compravendite è quasi raddoppiato.

Tale prospettiva lascia presagire un incremento anche per il III trimestre del 2021.

Anche sul fronte economico la tendenza è positiva: rispetto al I trimestre i valori sono in aumento del +1.7% e rispetto al II trimestre 2020 l'incremento è dello 0,4%.
Sul fronte dei prezzi le isole fanno registrare variazioni più moderate, con oscillazioni tra +1,4% e -0,2%.

Secondo l'Istat, in un quadro di grande vivacità del mercato immobiliare residenziale, anche nel secondo trimestre del 2021 si conferma, sebbene in rallentamento, la crescita tendenziale dei prezzi delle abitazioni in atto ormai da due anni.


 

 

Condividi

Carrello