Cookie

CONVIENE ANCORA COMPRARE CASA?

Quanto sta accadendo negli ultimi mesi - dall'aumento dei costi delle materie prime al conflitto Russia-Ucraina e passando per l'emergenza pandemica che non sembra arrestarsi - sempre più persone si chiedono se sia ancora conveniente o meno acquistare un immobile.

I recenti rincari dei tassi di interesse ha fatto schizzare il costo del denaro rendendo meno appetibile l'accesso al credito e, di conseguenza, riducendo il potere di acquisto dei potenziali compratori.

In questo scenario di dubbi e incertezze la domanda viene quasi spontanea.

Idealista/news ha intervistato Santino Taverna, presidente nazionale Fimaa – Federazione italiana mediatori agenti d’affari, aderente a Confcommercio-Imprese per l’Italia che ha fatto una analisi dettagliata dello scenario attuale tenendo conto delle caratteristiche sociali degli italiani e di come il mercato immobiliare ha risposto a situazioni analoghe negli anni passati.

E' iutile negarlo: il mattone costituisce sempre il bene rifugio (almeno nella nostra cultura) e le politiche di credito richieste dagli istituti di credito sono sempre conservative, esponendo il creditore ad un indebitamento calmierato.
Inoltre non possiamo tenere conto che negli ultimi anni il mercato si è sempre evoluto in funzione del reale potere di acquisto, facendo oscillare i prezzi di vendita in funzione delle condizioni socio-economiche.

Seppur con minore intensità rispetto allo stesso epriodo del 2021, il primo quadrimestre del 2022 ha fatto registrare un incremento del numero di compravendite, segno che, seppur con un pizzico di attenzione, gli italiani sono costantemente alla ricerca di case da acquistare.

Ruolo fondamentale, in questo scenario di incertezze, è quello degli operatori del settore: dagli agenti immobiliari - che dovranno sempre più tenere conto di questi fattori nella determinazione dei prezzi di vendita al fine di non dare valutazioni fuori mercato - ai consulenti del credito che sappiano sondare le migliori offerte del mercato.

Leggi l'intervista completa cliccando QUI

 

Condividi

Carrello