2021: MERCATO IMMOBILIARE E COVID

Il mercato immobiliare è sempre stato soggetto ad andamenti di alti e bassi, questo si sa.
Eppure chi deve comprare casa vede sempre un mercato in crisi, al contrario chi deve vendere casa vede sempre un mercato in ripresa.
Ecco che il ruolo di un agente immobiliare diventa determinante: questi, quale professionista del settore, sa dare sempre la giusta chiave di lettura in maniera asettica e neutrale.

Come stanno davvero le cose?
Conviene comprare casa nel 2021?

Vediamo cosa è successo negli ultimi mesi e quali sono le previsioni di mercato per il 2021.

I primi mesi del 2020 sono stati caratterizzati da un mercato in crescita, un mercato in salute a causa della sempre crescente domanda di immobili, frutto anche di interessi bancari sempre al ribasso e un mercato in ripresa dopo la crisi degli anni passati.

Il lockdown del 2020 non ha quasi sortito effetti sul mercato immobiliare anche perchè gran parte delle compravendite avvenute in quei mesi erano frutto di trattative avviate nei mesi precedenti.

La fine del primo lockdown sembrava aver chiuso una breve parentesi con un ritorno - dal punto di vista immobiliare - alla quasi normalità.

Il rinetro dalle ferie estive e del nuovo altalenarsi di zone rosse, gialle e arancioni ci ha fatto tornare al periodo marzo/maggio 2020: visite col contagocce, instabilità economica, incertezze sul futuro, ecc..

Tuttavia questo non sembra aver compromesso il mercato immobiliare che, contrariamente alle previsioni più pessimistiche, ha visto un incremento delle quotazioni di mercato.

Anche il numero delle transazioni, sebbene inizialmente abbia sofferto un lieve rallentamento, ha visto un lieve incremento.

ATTENZIONE: quando diciamo che è diminuito il numero delle transazioni, non vuol dire che sono diminuiti i prezzi, ma solo il numero delle compravendite.

Indubbiamente il numero delle transazioni è fortemente condizionato dalla disponibilità delle banche nel concedere un mutuo ed è già prevedibile che, raggiunto un picco massimo, dovrà esserci una caduta: il continuo crollo dei tassi di interesse determinerà un periodo di ripresa degli stessi influenzando l'accesso al credito.

Tuttavia, alla luce di questi dati, non risulta oggi prevedibile cosa accadrà nell'immediato futuro.
Gli esperti prevedono che già nel secondo semestre del 2021 si tornerà ai valori pre-covid anche se si ipotizza che nuovi scenari si apriranno a fronte dei nuovi incentivi offerti dallo Stato in materia di bonus e detrazioni fiscali.

Di sicuro il periodo appena trascorso ha fatto suscitare nuovo interesse per alcune tipologie di immobili che sembravano non avere più richiesta: è incrementata la richiesta di immobili con spazi esterni al fine di poter meglio vivere la casa qualora si presentasse un nuovo lockdown, i piani terra con terrazzo o giardino, un tempo ampiamente evitati, oggi sono i nuovi protagonisti del mercato immobiliare con una sempre maggiore richiesta.

L'evento ITALIA 2021: Competenze per riavviare il futuro ha acceso un dibattito segnando alcuni punti chiave su cui puntare per il mercato: individuazioni di nuove modalità di utilizo degli spazi, utilizzo degli ecoincentivi messi a disposizione dallo Stato, abbattimento della burocrazia per gli ivnestimenti provenienti dall'estero, piani di urbanizzazione in versione green... QUESTI ALCUNI DEI PUNTI SU CUI PUNTARE PER IL MERCATO DEL FUTURO!

Condividi

Carrello